Tag Archives: smalto

15 Weeks Nail Polish Challenge

1 Feb

Lo so, sono una persona orribile. Sono sparita, non vi ho raccontato nulla del mio viaggio a New York, non vi ho mostrato il mio shopping compulsivo o il mio amore per qualche nuovo belloccio da telefilm.

Oggi però ho un’urgenza, un’urgenza folle di redimere la mia povera anima soggiogata dal peso della smaltite acuta. Ho un numero enorme di smalti (non posso dirvelo esattamente perchè sfocerei nella pornografia cosmetica più spinta), e secondo un rapido calcolo, 30 di questi non sono MAI stati utilizzati. Pertanto, oggi prometto solennemente (e pubblicamente, cxxxo) di tenere fede al mio nuovo e sfavillante “15 weeks nail polish challenge”: due smalti, circa, alla settimana, per le prossime 15 settimane.  Senza naturalmente acquistarne di nuovi. E siccome ogni ragazza, ma soprattutto io, per quanto selvaggia ha bisogno di avere delle regole, mi impongo di mostrare l’avvenuta applicazione di ogni singolo, adorabile e maledetto smalto su questo blog o su questo canale youtube. Se volete partecipare alla mia impresa sostenendomi con donazioni di nuovi smalti (AH-AH!) o partecipando attivamente a vostra volta con un Nail Polish Challenge, mi farete felice. Più felice di Candy Candy quando limona con Terence, o più felice di Jenna Hamilton quando Matty McKibben si annusa le ascelle. Insomma, molto, molto felice.

Image

Dunque, ecco gli smalti incriminati, e da domani, lima alla mano, si parte!

PS a un certo punto andrò al Cosmoprof, un altro paio li potrò comprare secondo voi?

Perchè non acquisterò June di Chanel (there are some dupes)

19 Gen

junedupe4

L’ho tovato. Era intrigante, piccolo e prezioso, il tappo vergato da due eleganti C bianche. Il suo nome? June, l’ultima follia per unghie lanciata da Chanel. Era la primavera in inverno, a poco più di 20euro. Quando l’ho visto il mio cuore ha cominciato a palpitare e i miei occhi a frizzare. L’ho preso in mano e ho ripetuto ad alta voce: “L’ho trovato”. E ancora, “L’ho trovato, guarda!”. Era Venezia, era freddo, ed era bellissimo. Il grillo parlante però, travestito da fidanzato con lo splendido sorriso che amo, mi ha ammonita: “Guardati le unghie”, ha detto.  Io ho alzato gli occhi al cielo, e colta in fallo, osservando le mie mani e la boccetta che stringevo tra le dita ho replicato “E’ diverso, guarda, il mio è leggermente più chiaro”. Lui ha riso e mi ha detto di smetterla, continuando “Non vale quei soldi, ne hai molti uguali, e me lo ha insegnato tu: tra qualche settimana ne usciranno a decine, praticamente identici”. Così, riluttante, e non del tutto convinta, ho abbandonato il piccolo oggetto del desiderio, e ho ripreso il mio cammino per le calli veneziane. Ci ho pensato per un giorno intero e non ho quasi dormito la notte: sono una fashionista drogata e mal ridotta, con un’innata propensione allo sperpero e alla lacca per unghie. Con un velo di snobismo inverso e soddisfazione personale però, non sono tornata in quel negozio, e una volta a casa ho fatto una piccola ricerca nella mia collezione di smalti, e così, eccoli qui: i dupe dell’icon polish di stagione, June di Chanel.

junedupe2

  • Il primo smalto in tono, che però NON è un dupe, è il numero 64 Be Optimistic di Essence: e’ un bel rame dal finish estremamente metallico e coprente già alla prima mano. Non si tratta sicuramente di uno smalto primaverile, ma non trovate stia benissimo sulla mia ruota arancione? 🙂

junedupe5

  • Ad aprire la serie dei possibili dupe troviamo un colore più caldo rispetto a June, con sottotono oro e un finish jelly, che data la consistenza molto liquida necessita di almeno due passate per raggiungere una buona intensità. Si chiama Orange Sobet ed è del brand professionale Orly. Vanta una durata davvero stupefacente, e lo adoro in estate, soprattutto sui piedi abbronzati.

junedupe3

  • Subito dopo troviamo un altro smalto firmato Essence, facente parte di una limited edition della primavera scorsa, la Whoom Boooom!!, il numero 02 Andy you’re a star. E’ un bel mandarino vivace, di una tonalità davvero diversa da quelle già viste in commercio. E’ più scuro di June di almeno un tono, ma il finish cream e la stesura veloce e precisa lo rendono un degno sostituto. Nonostante si tratti di una LE, sono certa di averlo visto di recente in qualche stand: se vi capita non lasciatevelo scappare, sulle unghie corte è davvero una delizia.

junedupe1

  • Ecco uno dei tre smalti che a mio parere più si avvicinano al tanto sognato June, il primo si chiama 04 Rose Corset della linea So Laque! di Bourjois. E’ stato il mio smalto ufficiale per la primavera 2010, di un bellissimo rosa albicocca glossato, che coniuga perfettamente i due colori presenti rendendolo fresco, interessante e facile da portare. Rispetto a June ha decisamente una punta di rosa in più, ma grazie a questo è perfetto su ogni tipo di carnagione, a differenza dello smalto Chanel.

junedupe7

  • Il secondo, invece, si chiama Peach Melba, ed è del brand low cost Barry M. E’ lo smalto che indossavo al momento dell’incontro fatale, e si, è MOLTO simile a  June, solo un poco più chiaro e ad effetto “candy”. Il colore è davvero stuzzicante, ma la stesura di questo smalto è pessima: serve mano ferma e pazienza, ma chi di noi non ne ha se si tratta di adorabili smalti made in UK?

junedupe6

  • L’ultimo della serie, è un altro smalto di Essence, il numero 22 What Do U Think?. E’ un colore pastello dal finish laccato con microglitter oro che con l’applicazione si fondono donando all’unghia un effetto brillante. Dal prezzo piccolissimo e dalla buona durata, è un buon investimento modaiolo che non vi farà rimpiangere la doppia C.

junedupe8

In buona sostanza, il dupe perfetto sarebbe un mix degli ultimi tre prodotti chiamati in causa, rivelando che si, in effetti June di Chanel è un colore unico.

Ma davvero Mi e Ci serve quello smalto Chanel? Io credo di no. La maison francese gioca sull’edizione limitata, sul sensazionalismo e sulla guerra del “buy buy buy”. Ci fanno credere che chi lo trova sia figa. E tutte le altre siano delle poveracce. Chi lo trova se lo merita. Chi lo trova è magra, bella, ricca e perfetta. E chi non lo trova non ne è degna, e si farà venire l’acidità di stomaco rincorrendo estenuanti aste su ebay, per dimostrare a se stessa, e al mondo (e a Madamoiselle Coco in persona?) che non è così. Che anche lei può e deve meritarlo, spingendosi a pagare anche 50euro uno smalto arancione, quando probabilmente non può permetterselo, e si, lei lo odia l’arancione (come il 90% delle donne, diciamocelo). Così, anche nell’averlo trovato, questa volta, io ho deciso di non meritarmelo, di non essere magra, né bella, né ricca né tantomeno perfetta. Sono solo me stessa, con unghie carine da 1,29 euro, un cuore che palpita di consapevolezza, occhi che frizzano di gioia e la mia bella banconota da 20 ancora lì, stesa nel portafogli. Au revoir, Chanel!

junedupe9

NOTE: english version (probalby) coming soon.

Epiphany in Liguria

11 Gen

Un Natale vestito di sole, che contiene sorrisi e vestiti nuovi, regali e piccoli segreti. Dopo lunghi giorni a brindare, approfittando del tempo splendido e delle temperature  a dir poco esaltanti, io e il Gatto (che in realtà si chiama Roberto) abbiamo salutato la Lombardia per un lunghissimo giorno in Liguria. La nostra destinazione? Camogli e Portofino, da vivere rigorosamente senza cappotto e con grandi occhiali da sole (io miei sono di Prada, e li ho rubati a mia sorella) (in effetti ho fatto queste foto solo per farla arrabbiare :)).

Essendo l’Epifania, il mio look è un pò befanesco: grande collo di pelliccia, abito a righe comodissimo che abbraccia le mie forme e mi fa sentire bella nella mia taglia “forte” e tronchetti rossi con plateau, che putroppo non vedete in queste foto. Il pezzo forte? lo splendido anello di Swarovski tempestato di cristalli viola, rosa e verde petrolio, regalo del mio fidanzato e oggetto cult del momento.

Non so se capita anche a voi, ma per quanto mi riguarda, una volta spente le lucine di Natale, archiviati pacchetti e alberelli sintetici io comincio a respirare la primavera. Manca un sacco, lo so, ma comincio a sentirla sussurrare, e questo mi piace, mi piace da morire!



Cappotto-Coat: New Look
Vestito-Dress: Primark
Collana-Neckalce: Alice in Wonderland by Tarina Tarantino
Anello-Ring: Swarovski
Occhiali da sole-Sunglasses: Prada
Bracciale-Bracelet: Tiffany necklace worn as a bracelet 😉 

A Christmas dressed by sun, which contains smiles and new clothes, gifts and little secrets. After long days to toast, taking advantage of the wonderful weather and the, i have to say, exciting temperatures, me and the Cat (who is actually named Roberto) we said goodbye to Lombardy for a very long day ​​in Liguria. Our destination? Camogli and Portofino, living strictly with no coat and big sunglasses (mine are Prada’s, and I’ve stolen them from my sister) (in fact I took these pictures just to make her angry:))

Since it was the Epiphany, my look is a little “befanesco” (just like an old funny witch): big fur collar, striped dress, that embrace my shape and makes me feel beautiful in my “strong” size, and red ankle boots with platform, which unfortunately you can’t see in these photos. The highlight? the beautiful studded ring with Swarovski crystals in purple, pink and teal, a gift from my boyfriend and my cult object of the moment.

I do not know if it happens to you too, but for me, once the lights have turned off and Christmas trees are stored, I begin to breathe some lovely spring air. I know, spring time is far far away, but I’m beginning to hear her whispers, and I like that, I love it!

O.P.I. Italia Contest: La Paz-itively hot & Barefoot in Barcelona

28 Mag

248195_1575041675181_1809769335_996121_4033712_n

Il sole comincia a bruciare sulla pelle, le giornate sono lunghe abbastanza per dimenticare le troppe ore rinchiuse dentro a un ufficio, e la voglia di farsi carine prende il posto della voglia di dormire. Tra le cose da fare per darsi un tocco in più e dare una mano all’umore, c’è la cara vecchia manicure, in grado di ingentilire anche le mani più provate. Come già sapete possiedo una collezione di smalti da fare invidia a un salone di bellezza, e tra le tante tonalità che ogni giorno mi colorano le estremità c’è un brand americano che ha sempre destato la mia curiosità: O.P.I.

252465_1575039555128_1809769335_996117_732939_n

Questo marchio è sempre stato associato a star hollywoodiane e centri estetici d’eccellenza, e dopo anni di tentativi di acquisti online (spesso fallimentari), commissioni alle amiche in vacanza negli states, e la disperata ricerca del dupe perfetto, è da qualche tempo possibile anche per le fanciulle in tricolore sfoggiare sulle unghie le mitiche nuance made in USA.

253857_1575043835235_1809769335_996125_1772802_n

Come? Grazie al sito tutto italiano http://www.opishop.net, gestito dalla società Fabyline di Vercelli, che a poco più di un anno dal lancio sul mercato, ha dato vita a un’iniziativa assolutamente sparkling dedicata alle blogger nostrane. Una richiesta di adesione, l’indirizzo del proprio blog e quello di casa: solo pochi dati e click per ricevere gratuitamente due smalti firmati O.P.I. con la promessa di recensire in maniera sincera i prodotti omaggio.

253947_1575045595279_1809769335_996129_7401463_n

Così, come centinaia di altre ragazze dalla manicure perfetta, eccomi qui, come sempre in ritardo e con il fiatone, a parlarvi dei due smalti testati con intensità, gioia e soddisfazione nelle ultime settimane: La Paz itively hot e Barefoot in Barcelona.
Due smalti molto diversi tra loro, legati però da un caldo filo colorato che corre dalla fucsia Bolivia fino alla spregiudicata Spagna.

255746_1575048475351_1809769335_996134_1848465_n

La Paz itively hot è uno smalto-sorbetto fucsia con uno splendido duo chrome blu-viola dal finish jelly, estremamente lucido e facile sia da stendere che da indossare: con due passate di colore si ottiene una copertura perfetta e la garanzia di una buona manicure per almeno 5 giorni.
Questo smalto ha fatto il suo debutto sulle unghie più fashion nel 2002, facendo parte della collezione South America, ma dato il grande successo si è guadagnato un posto d’onore nella collezione Classics. Da qualche tempo ha un fratello gemello dall’anima industrial: La Paz itively Hot MATTE, una variante completamente opaca dall’effetto Uniposca (ve lo ricordate?), perfetto per le serate a tutta elettronica. Questo La Paz è il classico “color Barbie”, perfetto per le ragazze che non hanno paura dei colori e sanno come farli scintillare. Abbinatelo a un bel sorriso e a un pomeriggio di sole: Ken non potrà resistervi.

255732_1575049355373_1809769335_996136_7397429_n

Ho provato questo smalto per giorni, e con me mia madre che sicuramente fa più faccende domestiche di me, e dopo giorni con le mani a mollo, lo smalto ha mantenuto il suo finish lucido, effetto gel. Nel guardarlo infatti, penso sempre alle splendide unghie al gel sfoggiate dalla mia amica Simona lo scorso anno in vacanza, e sono molto felice di poterne riprodurre l’effetto in soli 5 minuti, in casa, e con una spesa minima (in questo caso inesistente, in effetti).

1

(mia mamma 🙂 – una sola passata)

Il secondo smalto ricevuto da O.P.I Italia si chiama Barefoot in Barcelona, e come annuncia il suo nome, si tratta di uno smalto trendy e caldo, che intriga con allegria, come una passeggiata a piedi nudi all’imbrunire, con i sandali in una mano e i capelli sciolti nel vento nella città più hot di Spagna. Si tratta di uno smalto dal finish cremoso, pieno. Non ha perlescenze e nemmeno glitter, offre unghie perfette in due passate e non lascia strisce se applicato con attenzione. Il colore ricorda quello del cappuccino del sabato mattina, quello con le amiche poco prima dello shopping, ed è un incanto sulle mani abbronzate, o dai toni olivastri. Sogno infatti di farlo provare a Natalie, che con la sua carnagione siculo-africana lo porterebbe con una grazia fuori dal comune, ne sono certa. Come per il caso precedente ho provato lo smalto sia su di me che sulla mia bella mamma, che in occasione del suo sessantesimo compleanno ha sfoggiato mani perfette made in O.P.I, che in questa tonalità si sono molto ingentilite, apparendo subito più giovani e luminose.

250610_1575037235070_1809769335_996111_2460842_n

Trovo questo smalto molto bello e di ottima durata (ha iniziato a scheggiarsi dopo una settimana), ma sulla mia carnagione di luna rischia di perdersi un po’ troppo, così senza indugi l’ho abbinato a quella meraviglia chiamata Sparkle-icious, smalto della stessa marca, completamente composto da glitter multicolor. L’effetto è magico a mio avviso, le unghie risultato luccicanti ma sempre discrete, come dopo una pioggia di cristalli o l’aver rovistato nel portagioie con lo smalto ancora fresco. Uscito qualche mese fa con la collezione Burlesque, Sparkle-icious è un prodotto meravigliosamente chiassoso, irrinunciabile per una party girl come me; quando l’ho visto in uno dei miei ultimi viaggi in Grecia non ho potuto fare a meno di regalare a Sephora i 17 euro che senza pudore mi chiedeva.

248126_1575035435025_1809769335_996108_6648785_n

Infatti, essendo questi prodotti fabbricati negli Stati Uniti, a causa delle tasse di importazione, i prezzi che oltreoceano stanno sotto i 10$ dalle nostre parti lievitano fino ai 15-18 euro per 15ml di prodotto. Un prezzo sicuramente non cheap, ma abbordabile per viziarsi un pò con una manicure semi-professionale. Io stessa ne ho acquistati alcuni in passato (al momento ho all’attivo anche lo spettacolare Jade is the new black, comprato in Inghilterra), e non mi sono mai pentita della spesa. Il risultato è sempre delizioso, base coat e top coat sono pressoché inutili (le unghie non rimangono gialle dopo la rimozione dello smalto: provate e fatemi sapere), il nuovo pro wide brush rende l’applicazione semplice e confortevole e la durata è nettamente superiore alla media (considerando smalti economici made in Germany e super logati made in France).

249573_1575037915087_1809769335_996113_6246576_n

Se siete di Milano o provincia come me potete testare di persona gli smalti alla profumeria Mazzolari, in piazzetta Giordano 4, in zona San Babila, oppure affidarvi a mr. O.P.I. tramite il sito ufficiale italiano o la aggiornatissima pagina facebook, ormai luogo di ritrovo di ogni nail addict. Se le spese di spedizione vi spaventano un po’, fate come me, chiamate a raccolta le amiche e tra una risata e un gossip riempite insieme il carrello online: le spese di spedizione scenderanno in picchiata e il vostro shopping avrà via libera!

249355_1575038275096_1809769335_996114_6372303_n

254053_1575038395099_1809769335_996115_3836620_n

252068_1575036875061_1809769335_996110_1289461_n

249849_1580347247817_1809769335_1003333_1612218_n

248644_1580347807831_1809769335_1003334_2157082_n

248644_1580347807831_1809769335_1003334_2157082_n

247548_1580346847807_1809769335_1003332_958349_n

please note: english version coming soon 🙂