Perchè non acquisterò June di Chanel (there are some dupes)

19 Gen

junedupe4

L’ho tovato. Era intrigante, piccolo e prezioso, il tappo vergato da due eleganti C bianche. Il suo nome? June, l’ultima follia per unghie lanciata da Chanel. Era la primavera in inverno, a poco più di 20euro. Quando l’ho visto il mio cuore ha cominciato a palpitare e i miei occhi a frizzare. L’ho preso in mano e ho ripetuto ad alta voce: “L’ho trovato”. E ancora, “L’ho trovato, guarda!”. Era Venezia, era freddo, ed era bellissimo. Il grillo parlante però, travestito da fidanzato con lo splendido sorriso che amo, mi ha ammonita: “Guardati le unghie”, ha detto.  Io ho alzato gli occhi al cielo, e colta in fallo, osservando le mie mani e la boccetta che stringevo tra le dita ho replicato “E’ diverso, guarda, il mio è leggermente più chiaro”. Lui ha riso e mi ha detto di smetterla, continuando “Non vale quei soldi, ne hai molti uguali, e me lo ha insegnato tu: tra qualche settimana ne usciranno a decine, praticamente identici”. Così, riluttante, e non del tutto convinta, ho abbandonato il piccolo oggetto del desiderio, e ho ripreso il mio cammino per le calli veneziane. Ci ho pensato per un giorno intero e non ho quasi dormito la notte: sono una fashionista drogata e mal ridotta, con un’innata propensione allo sperpero e alla lacca per unghie. Con un velo di snobismo inverso e soddisfazione personale però, non sono tornata in quel negozio, e una volta a casa ho fatto una piccola ricerca nella mia collezione di smalti, e così, eccoli qui: i dupe dell’icon polish di stagione, June di Chanel.

junedupe2

  • Il primo smalto in tono, che però NON è un dupe, è il numero 64 Be Optimistic di Essence: e’ un bel rame dal finish estremamente metallico e coprente già alla prima mano. Non si tratta sicuramente di uno smalto primaverile, ma non trovate stia benissimo sulla mia ruota arancione?🙂

junedupe5

  • Ad aprire la serie dei possibili dupe troviamo un colore più caldo rispetto a June, con sottotono oro e un finish jelly, che data la consistenza molto liquida necessita di almeno due passate per raggiungere una buona intensità. Si chiama Orange Sobet ed è del brand professionale Orly. Vanta una durata davvero stupefacente, e lo adoro in estate, soprattutto sui piedi abbronzati.

junedupe3

  • Subito dopo troviamo un altro smalto firmato Essence, facente parte di una limited edition della primavera scorsa, la Whoom Boooom!!, il numero 02 Andy you’re a star. E’ un bel mandarino vivace, di una tonalità davvero diversa da quelle già viste in commercio. E’ più scuro di June di almeno un tono, ma il finish cream e la stesura veloce e precisa lo rendono un degno sostituto. Nonostante si tratti di una LE, sono certa di averlo visto di recente in qualche stand: se vi capita non lasciatevelo scappare, sulle unghie corte è davvero una delizia.

junedupe1

  • Ecco uno dei tre smalti che a mio parere più si avvicinano al tanto sognato June, il primo si chiama 04 Rose Corset della linea So Laque! di Bourjois. E’ stato il mio smalto ufficiale per la primavera 2010, di un bellissimo rosa albicocca glossato, che coniuga perfettamente i due colori presenti rendendolo fresco, interessante e facile da portare. Rispetto a June ha decisamente una punta di rosa in più, ma grazie a questo è perfetto su ogni tipo di carnagione, a differenza dello smalto Chanel.

junedupe7

  • Il secondo, invece, si chiama Peach Melba, ed è del brand low cost Barry M. E’ lo smalto che indossavo al momento dell’incontro fatale, e si, è MOLTO simile a  June, solo un poco più chiaro e ad effetto “candy”. Il colore è davvero stuzzicante, ma la stesura di questo smalto è pessima: serve mano ferma e pazienza, ma chi di noi non ne ha se si tratta di adorabili smalti made in UK?

junedupe6

  • L’ultimo della serie, è un altro smalto di Essence, il numero 22 What Do U Think?. E’ un colore pastello dal finish laccato con microglitter oro che con l’applicazione si fondono donando all’unghia un effetto brillante. Dal prezzo piccolissimo e dalla buona durata, è un buon investimento modaiolo che non vi farà rimpiangere la doppia C.

junedupe8

In buona sostanza, il dupe perfetto sarebbe un mix degli ultimi tre prodotti chiamati in causa, rivelando che si, in effetti June di Chanel è un colore unico.

Ma davvero Mi e Ci serve quello smalto Chanel? Io credo di no. La maison francese gioca sull’edizione limitata, sul sensazionalismo e sulla guerra del “buy buy buy”. Ci fanno credere che chi lo trova sia figa. E tutte le altre siano delle poveracce. Chi lo trova se lo merita. Chi lo trova è magra, bella, ricca e perfetta. E chi non lo trova non ne è degna, e si farà venire l’acidità di stomaco rincorrendo estenuanti aste su ebay, per dimostrare a se stessa, e al mondo (e a Madamoiselle Coco in persona?) che non è così. Che anche lei può e deve meritarlo, spingendosi a pagare anche 50euro uno smalto arancione, quando probabilmente non può permetterselo, e si, lei lo odia l’arancione (come il 90% delle donne, diciamocelo). Così, anche nell’averlo trovato, questa volta, io ho deciso di non meritarmelo, di non essere magra, né bella, né ricca né tantomeno perfetta. Sono solo me stessa, con unghie carine da 1,29 euro, un cuore che palpita di consapevolezza, occhi che frizzano di gioia e la mia bella banconota da 20 ancora lì, stesa nel portafogli. Au revoir, Chanel!

junedupe9

NOTE: english version (probalby) coming soon.

13 Risposte to “Perchè non acquisterò June di Chanel (there are some dupes)”

  1. Alice gennaio 22, 2012 a 3:50 pm #

    Articolo interessantissimo, complimenti!
    Ieri sera anche io mi sono ipnotizzata davanti a June ma sono riuscita a svegliarmi in tempo dall’incantesimo. Bellissimo colore, senza dubbio, ma 20 euro per uno smalto: NO.
    Preferisco aspettare i dupe – che arriveranno, lo sappiamo. Preferisco spendere dieci volte 2,00 per avere 10 smalti diversi piuttosto che essere “schiava” del brand e di tutto ciò che gli gira intorno.

  2. thefunnygame gennaio 22, 2012 a 6:17 pm #

    sono d’accordo venti euro xuno smalto è troppo ma capisco lo sfizio…
    dipende molto come sei io come dice anche alice preferisco avere mille colori diversi della kiko,ma forse se usassi sempre lo stesso lo prenderei anche a 20 euro..forse..

    Thefunnygame

    • youlikemylipstick febbraio 6, 2012 a 2:19 pm #

      secondo me è lecito spendere anche 20euro per uno smalto, ma deve essere davvero un colore WOW e di ottima qualità, e soprattutto, come dici tu, deve trattarsi di un colore eterno! ho un trilione di smalti, e giuro, non ne ho mai finito uno perchè mi stufano tutti alla fine😉 meglio spaziare sul low cost😉

  3. Cupcakes gennaio 23, 2012 a 6:19 pm #

    Sai già che mi piace tantissimo la tua maniera di scrivere ♥

    Io non cederò MAI ad uno smalto che costi più di cinque euro, figurarsi ad uno che ne costa quattro tre volte tanto!
    Anche perchè di smalti ne ho trenta e ci ho messo una croce (non so se da voi si usa dire, ma significa che non ne comprerò mai più, in parole povere!).

    • Miria gennaio 24, 2012 a 5:41 pm #

      non amo particolarmente l’arancio, quindi se proprio mi devo lanciare su quel colore lo farei con uno smalto low cost che se poi non metto neanche non ho sensi di colpa!😄
      Ormai, pure gli smalti Chanel sono uno status symbol!😄

      • youlikemylipstick febbraio 6, 2012 a 2:15 pm #

        w il low cost!😀 fino a un paio d’anni fa ero proprio allergica all’arancione… ora mi piace molto, soprattutto se abbinato con tinte a contrasto, e poi nei prossimi mesi sarà ovunque… finirà per conquistare anche te, ci scommetto! :))) baci

    • youlikemylipstick febbraio 6, 2012 a 2:16 pm #

      da me si usa, soprattutto perchè sono al 100% sicula :DDDD di smalti chanel ne ho alcuni, ma devo dire che, a parte qualche colore davvero particolare, li ho acquistati per puro e semplice sfizio… maledetti loghi!!! :)))

  4. valeria febbraio 6, 2012 a 12:59 pm #

    è la prima volta che ti leggo… è stato bello interessante preciso ma soprattutto mi hai divertita… come scrivi… brava brava brava… un info la marca bourjois dove si trova??? nn l’avevo mai sentita

    • youlikemylipstick febbraio 6, 2012 a 2:08 pm #

      Ciao Valeria! Grazie di cuore, mi fa piacere ti sia piaciuto il post, ma soprattutto che ti abbia divertita!🙂 Boujois è una marca francese prodotta da Chanel, in pratica è la loro linea “giovane&low cost”. Qualche anno fa si trovava anche nelle profumerie italiane ma ora è sparita😦 ad ogni modo la puoi trovare sul sito mybodysoul.com, su asos.com e su ebay, o in generale all’estero: se ti capita di “passare” per Inghilterra, Francia o Grecia la troverai sicuramente! Grazie ancora e buona settimana!

  5. patrizia febbraio 11, 2012 a 3:08 pm #

    Lo confesso : ci stavo cascando anch’io. Ma in effetti con 20,00 € posso comprarmi anche il rossetto.

    Vada per gli smalti Essence!!!!

    Grazie
    Patri

  6. Adele febbraio 18, 2012 a 2:50 pm #

    Complimenti mi è molto piaciuto il tuo articolo

  7. Celina febbraio 29, 2012 a 10:24 am #

    Bell’articolo comunque io ho trovato anche uno smalto di H&M moltooo simile E’ il peach me soon…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: